Mercoledì, 04 Aprile 2018 10:27

Regolamento del Laboratorio Tecnologico

Vota questo articolo
(0 Voti)

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO TECNOLOGICO

PREMESSA

Il laboratorio è:

  • un mezzo per favorire l’organizzazione dell'attività didattica in modo più rispondente alle specifiche esigenze degli alunni
  • elemento di stimolo personale e di coinvolgimento di gruppo e sociale;
  • supporto all'azione pedagogica e didattica.

La funzione dei laboratori è quella di:

  • dare agli studenti un’ampia gamma di possibilità di apprendimento attraverso l’uso di strumenti;
  • consentire un approccio specifico e diversificato al sapere;
  • favorire la libera e piena espressione degli allievi.

Le attrezzature didattiche sono patrimonio della scuola ed è pertanto responsabilità ed interesse di tutti curarne la custodia e la manutenzione.


ART. 1 - Responsabile del laboratorio

Il responsabile del laboratorio ha il compito di:

  • fissare le procedure per un corretto, razionale, efficace e pieno utilizzo del laboratorio;
  • definire orari e piano di utilizzo del laboratorio;
  • richiedere l’acquisto di materiale didattico, anche su richiesta di altri docenti, inerenti l’attività del laboratorio;
  • segnalare, all'assistente tecnico ed ove necessario al dirigente scolastico, eventuali anomalie di funzionamento delle apparecchiature o eventuali mancanze di materiali o attrezzature;
  • promuovere, d’intesa con l’assistente tecnico, la manutenzione ordinaria e straordinaria del laboratorio, progetti di aggiornamento ed integrazione delle attrezzature;
  • verificare l’attuazione ed il rispetto del regolamento di laboratorio;
  • segnalare eventuali carenze in merito alla sicurezza;
  • effettuare, insieme all'assistente tecnico, la ricognizione finale dei beni da concludersi entro il 30 giugno di ciascun anno;

ART. 2 - Assistenti tecnici

L’assistente tecnico

  • riceve copia della chiave del laboratorio;
  • ha autonomia operativa e responsabilità diretta nell’area di riferimento assegnata.
  • Ha il compito di:
    • condurre tecnicamente il laboratorio;
    • garantirne l’efficienza e la funzionalità;
    • sistemare razionalmente il materiale di consumo e le attrezzature;
    • supportare tecnicamente lo svolgimento delle attività didattiche, assicurando la presenza se espressamente richiesto;
    • predisporre e sottoscrivere, insieme al responsabile del laboratorio, le varie richieste di nuovi acquisti;
    • effettuare, insieme al direttore del laboratorio, la ricognizione finale dei beni da concludersi entro il 30 giugno di ciascun anno.

ART. 3 - Specificità dei laboratori

I- Materiali ed attrezzature:

Personal computer, stampanti, rete internet, rete didattica, programmi didattici.

II- Modalità d’uso

E’ assolutamente vietato agli studenti:

  • accedere a qualsiasi laboratorio in assenza di un docente o di un assistente tecnico;
  • fare un uso improprio delle attrezzature;
  • toccare impianti e collegamenti elettrici;
  • compiere interventi di alcun genere sulle macchine elettriche ed elettroniche o manometterle;
  • installare nuovi software senza autorizzazione del dirigente scolastico;
  • effettuare modifiche o cancellazioni dei software già installati;
  • alterare la configurazione originale del computer;
  • manomettere in alcun modo le attrezzature esistenti nel laboratorio;
  • danneggiare il materiale fornito e/o usarlo in modo improprio;
  • aprire gli armadi del laboratorio (ad esempio per prendere autonomamente il materiale in esse contenuto);

E’ inoltre obbligatorio per gli studenti

  • utilizzare internet, nei siti consentiti, esclusivamente in presenza del docente;

ART. 4 - Norme generali sull'utilizzo dei laboratori

  • Il personale docente può utilizzare i laboratori per tutti gli usi didattici ritenuti necessari.
  • Ogni qual volta si fa uso del laboratorio il docente dovrà compilare un apposito registro di utilizzo del laboratorio. Il laboratorio dovrà essere lasciato in ordine e nelle stesse condizioni iniziali.
  • Agli alunni dovranno essere lette ed illustrate le regole di sicurezza per l’utilizzo del laboratorio (sia quelle presenti in questo regolamento che quelle esposte nel locale).
  • Il docente è responsabile del pieno rispetto di tali norme da parte degli alunni.

Disposizioni sull’accesso al laboratorio

  1. All’inizio dell’anno scolastico, il responsabile predispone l’orario di laboratorio, indicando le ore assegnate ad attività curricolare. Per le ore rimanenti, i docenti possono prenotare l’aula almeno un giorno prima o all’inizio della giornata.
  2. L’accesso in orario antimeridiano da parte delle classi è consentito solo con la presenza del docente della classe o di un assistente tecnico. Il docente accompagnatore è responsabile del corretto uso didattico di hardware e software, con particolare riferimento all’uso di Internet, e firma il registro interno del laboratorio. Il docente conduce la lezione in piena autonomia didattica, e può chiedere la presenza dell’assistente tecnico per l’utilizzo degli strumenti del laboratorio. Durante la lezione il laboratorio è riservato esclusivamente alla classe prenotata.
  3. L’assistente tecnico garantisce il buon funzionamento delle attrezzature, avviando a inizio giornata tutte le postazioni, controllando e segnalando eventuali malfunzionamenti.
  4. E’ consentito l’accesso in orario pomeridiano ai docenti, singolarmente o con alunni, in coincidenza di spazi orari non assegnati nell’orario del laboratorio; in questo caso il docente, alla consegna delle chiavi, firma l’apposito registro e si impegna a vigilare sulle attrezzature, ad applicare in ogni sua parte il presente regolamento e a chiudere il laboratorio al termine dell’attività.
  5. Il laboratorio non deve mai essere lasciato aperto e incustodito dall’assistente tecnico quando nessuno lo utilizza.
  6. L’accesso di studenti al laboratorio è consentito, al di fuori delle attività programmate, esclusivamente alla presenza di un docente accompagnatore.
  7. L’accesso e l’utilizzo del laboratorio in orario pomeridiano è consentito, previa autorizzazione del dirigente scolastico, nell’ambito dei progetti e delle convenzioni autorizzate, solo con la presenza di un docente o di chi contrattualmente ne svolge le funzioni, che si assume la responsabilità di gestire la struttura tecnologica e di vigilare sul suo corretto utilizzo.
  8. E’ vietato il consumo di bevande e alimenti all’interno del laboratorio.

Disposizione su hardware e software

  1. Si fa divieto di fare uso di giochi software nel laboratorio.
  2. Si fa divieto di fare uso di software non conforme alle leggi sul copyright. Sarà cura dell'insegnante verificarne la conformità. In caso di dubbio si dovranno chiedere chiarimenti al direttore di laboratorio o all’assistente tecnico.
  3. Gli studenti non possono installare software sui PC del laboratorio.
  4. Gli insegnanti possono chiedere l’installazione di nuovo software sui PC del laboratorio. Ottenuta l’autorizzazione del responsabile del laboratorio, l’assistente tecnico verifica la regolarità della licenza e procede all’installazione.
  5. Allo stesso modo è responsabilità degli insegnanti che chiedono all’assistente tecnico di effettuare copie di prodotti software per uso didattico, di assicurarsi che la copia non infranga le leggi sul copyright.
  6. Gli studenti non possono utilizzare i propri supporti di memoria sui PC dell’aula se non espressamente autorizzati dall’assistente tecnico o dagli insegnanti. 

Accesso a Internet

  • L’accesso a Internet è consentito solo agli insegnanti e alle classi accompagnate e sotto la responsabilità di un insegnante. L’uso che viene fatto di Internet deve essere esclusivamente di comprovata valenza didattica anche nel caso degli accessi pomeridiani regolamentati.
  • In qualunque momento l’assistente tecnico e il direttore di laboratorio che verifichino un uso della connessione contrario a disposizioni di legge o di regolamento interno, e comunque non coerente con i principi che regolano la scuola, possono disattivarla senza indugio; nel caso siano coinvolti studenti, il direttore di laboratorio ne dà comunicazione al coordinatore del consiglio di classe di loro appartenenza per l’adozione di eventuali provvedimenti disciplinari.
Letto 4398 volte